Home // Calendario // De Lupus Et De Homine: Cena all’Abbazia di Pomposa [08 giugno 2013]

De Lupus Et De Homine: Cena all’Abbazia di Pomposa [08 giugno 2013]

DE LUPUS ET DE HOMINE

Dopo l’incontro fallito per raggiungere un accordo di pace, Venezia ha
conquistato Comacchio. Da 6 mesi la città di Comacchio non è più
libera.
Rappresentante del Doge è ancora l’ambasciatore Oreste Flabiano, che
si occupa di mantenere i contatti con la Serenissima .
Comacchio è formalmente ancora un libero comune ed ai comacchiesi non
dispiace questo “dominio” esclusivamente commerciale : è ancora in
funzione il consiglio cittadino, ed il rappresentante dei cittadini è
Aroldo Salvatori.

L’abbazia di Pomposa ha ripreso la sua solita vita : Ildebrando
Santinelli, tornato dal santuario di Fano ha deciso di fermarsi a
lavorare nel mercato dell’abbazia per vendere le stoffe della sua
corporazione, Diana Bonaccini continua a frequentare la biblioteca e
con lei vi è un’altra dama, cioè Baldovina Rangone. Giulietta Bellini
continua con i servizi ai monaci e Rodolfo Obizzi è il nuovo capo
della guarnigione al posto del fratello Romualdo.
Nelle prigioni dell’abbazia è ancora rinchiuso Giovanni Zambeccari, il
mercenario che accompagnò l’anno precedente Diana Bonaccini per
uccidere l’ambasciatore di Comacchio.
E’ la mattina dell’8 giugno e Giovanni viene ritrovato agonizzante
nella sua cella. In coma, ma non ancora morto.

Menù

Posted in Calendario, eventi and tagged as

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *