Home // 2013 // gennaio

Prosit: Red Lion Pub con delitto [23 gennaio 2013]

Siamo al 4° mercoledì’ del mese e come sempre anche con l’arrivo del nuovo anno vi presentiamo “cena con delitto” con una nuova storia e un nuovo delitto da svelare!

MENU’ FISSO :

Bis di primi ( Tortellini Panna e prosciutto + Gramigna)
un secondo (arrosto con patate)
vino ogni 3 persone o 1 birra media a testa
acqua & coca-cola no limits!!!

X INFORMAZIONI SUL MENU CHIEDERE AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE!

20€ (gioco compreso)

——————————————————————————–

IL CASO :

PROSIT

Il teatro “Parnassus” di Milano sta lavorando da un anno sulla messa in scena di un testo scritto da Luca Grandi, promettente regista
teatrale alla sua opera prima.
Il testo si chiama “Prosit” e racconta di come una famiglia, durante la cena della vigilia di Natale, porti a galla le proprie tensioni
sfruttando l’ebbrezza del vino.

La sera dell’ultima prova generale, prima di andare in scena, Grandi propone agli attori di cenare in teatro, sul set.
Così fanno, e per il brindisi finale recitano il finale della piece.

Al termine del brindisi Palmiro Varnaghi, famoso mattatore teatrale e protagonista dell’opera, lamenta di non sentirsi bene. Dopo alcuni
minuti muore, evidentemente a causa di un avvelenamento.

Chi è l’assassino? E perchè?
——————————————————————————–

Prosit – presentazione dell’opera

Testo e regia di Luca Grandi

Interpreti
Aurelia Bernini : Andromaca
Palmiro Varnaghi : Ettore
Giada Graziosi : Astianatte
Oscar Rafone : Scamandrio

L’opera propone una lettura del mito di Ettore e Andromaca in chiave
moderna, per mostrare la rassegnazione dietro alla vita delle coppie
troppo chiuse.
Andromaca è una donna che i genitori hanno costretto a sposare Ettore.
Ettore è di famiglia benestante, e non ama Andromaca, ma i suoi valori
gli impediscono di violare
quanto impostogli dal padre.
Dopo 20 anni di vita coniugale Andromaca ha imparato ad amare
visceralmente Ettore, ma si rende conto che è un cambiamento che lei
ha imposto a se stessa. Ettore, invece, ama i suoi vigneti e quando
può esce a prendersene cura.
Sullo sfondo i figli, Astianatte, incinta di un padre assente, e
Scamandrio, che si definisce un artista
mentre in realtà è un nullafacente. Astianatte è confidente e
coscienza del padre Ettore, mentre
Scamandrio rappresenta ciò che era Andromaca prima di accettare, di
rassegnarsi a cambiare.
L’opera si conclude con la nascita del figlio di Astianatte, a cui la
madre dà il nome di Achille, e
che viene raccontata da Scamandrio in uno struggente monologo.
Tutte le scene corali sono caratterizzate dallo svolgersi intorno ad
una tavola apparecchiata,
concludendosi con un brindisi alle virtù.

——————————————————————————–
X info : Red Lion pub!

331-3802825
059-9786887
INFO@REDLIONPUB.MO.IT
WWW.REDLIONPUB.MO.IT

PUOI ANCHE PRENOTARE TRAMITE IL NOSTRO PROFILO DI FACEBOOK